Le 10 regole da seguire per attrarre investitori

businessplan

Penso, creo, lavoro. Se la vita di una startup fosse così semplice l’Italia prolifererebbe di nuove imprese, perché persone vogliose di lavorare non mancano. Uno dei problemi principali di questo passaggio è il raccogliere fondi per riuscire a realizzare concretamente la propria idea. Per questo oggi riproponiamo un articolo di Working Capital che sugerisce 10 regole da seguire per attrarre investitori.

Regola 1 - “The more time you spend speaking, the less time they spend listening” ovvero più tempo impieghi a parlare, minore sarà l’attenzione del tuo interlocutore. Ovviamente si tratta di un’affermazione da non prendere alla lettera: è importante che il pitch (presentazione del progetto) sia completo, ma anche che sia conciso. La sfida è riuscire ad evidenziare tutti gli aspetti più importanti del progetto in poche parole.

Regola 2Cattura da subito l’attenzione. Meglio evitare il ricorso ad un lessico troppo tecnico, a meno che l’investitore non abbia il vostro stesso background.

Regola 3 - Concentrati prima sul problema, non sulla soluzione e crea con l’ascoltatore un contesto emotivo comune. È inutile proporre una risoluzione ad una questione che all’investitore non appare chiara o degna di considerazione.

Regola 4 – Chiarisci il target. A chi ti stai rivolgendo? Vuoi produrre per una clientela generalista o vuoi diventare il punto riferimenti di una nicchia particolare del mercato?

Regola 5 – Esplicita il marketing. Una volta identificata la fascia di consumatori che vuoi conquistare, l’investitore vorrà sapere anche come intendi raggiungerli, attraverso quali canali di comunicazione, con che strategia pubblicitaria.

Regola 6 - Aurea brevitas. La presentazione deve generalmente avere poche slide, tra le sei e le otto, in nessun caso più di venti, e deve contenere poco testo: le immagini valgono mille parole. La prima slide dovrebbe affrontare tre punti principali: la composizione del team, la sua esperienza e le sue competenze. Qual è l’asset centrale del progetto, cosa lo rende diverso dai concorrenti? Qual è il vantaggio che ritieni di avere rispetto ad altre aziende? In che modo farai soldi? Un’esposizione rapida del tuo modello di business.

Regola 7 – Accogli le domande. Potrà capitarti di essere interrotto per qualche chiarimento: è un buon segno, significa che l’investitore è interessato a quel che dici. Non cercare di svicolare, rispondi in modo chiaro, netto ed esaustivo.

Regola 8 – Esprimi le tue richieste. Devi sapere di quanti soldi avrai bisogno per raggiungere il successivo round di finanziamento. Non avere paura di sembrare avido o arrogante.

Regola 9 – La modestia non paga. Quando fai un pitch devi innanzitutto presentare te stesso. Se hai meriti accademici o professionali, se hai un curriculum di valore, non avere timore di mostrarlo. I venture capitalist investono prima di tutto sulle persone.

Regola 10 – Abbi pazienza. Quando un’azienda fa una stima delle vendite future, si aspetta spesso, quando contatta 100 aziende potenziali clienti, che in 50 rispondano, che in 30 siano interessate ad una dimostrazione, in 10 ad una prova, e soltanto due diventeranno clienti effettivi. Raccogliere capitale non è diverso, sono in gioco le stesse variabili che possono condurre ad un no. Bisogna quindi prepararsi ad essere respinti più volte e ricordarsi che non c’è nulla di male, è così che funziona il processo.

Venerdì 22 marzo 2013
@wwworkerscamp
#wwworkers

L'immagine è tratta da Lettera43


MF14 Banner Blue finali 330x164

Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

wwworkers su Metro

Metro22102014

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

MillionaireOttobre
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire