Famiglia Mulfari - Imbianchini 2.0

DiegoFeliceMulfari

L'impresa artigiana della famiglia Mulfari era in crisi. Così Diego ha cominciato ad aiutare suo padre nella ricerca di nuovi mercati in rete. "Ora siamo degli imbianchini 2.0 con un blog aziendale molto seguito, un canale YouTube, social network attivati e anche un'App per cellulari".   

Nome: Diego Mulfari
Città: Besana in Brianza
Età anagrafica: 28
Formazione di partenza: laurea Specialistica in comunicazione ed editoria multimediale
Precedente lavoro: dipendente, a tempo determinato
Attuale lavoro da wwworker: blogger, front e back office manager presso Mulfarimbianchino.com
Cos'è in un tweet: imbianchini 2.0
In che cosa consiste il lavoro: curo il blog aziendale, il branding sui social media e il lavoro di front e back-office
Media mensile di profitto:  essendo partiti (in rete) con una situazione di prossimità alla chiusura dell’attività, possiamo dichiarare di aver incrementato i nostri profitti di una percentuale che si aggira intorno al 20 per cento
Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete: incremento del fatturato aziendale e generazione di nuovi posti di lavoro (per imbianchini ma anche impiegati) se l'economia ripartisse
Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: in rete ci sono 2 possibilità: la prima è quella di affidarsi a portali di lead generation a pagamento, con il fatto di misurarsi con una concorrenza spietata e una guerra dei prezzi al ribasso tra le aziende concorrenti. Oppure bisogna affidarsi ad un buon web marketer che renda l’azienda visibile tra i risultati naturali dei motori di ricerca e dunque differenziarsi dalla concorrenza esprimendo il valore del proprio lavoro, attraverso i social media e un blog aziendale. Dopo una prima fase di bilanciamento tra queste due strategie abbiamo ora deciso di abbandonare la prima via e affidarci unicamente a tecniche per l’indicazione naturale di mulfarimbianchino.com
Il tuo slogan/motto: Gli specialisti nella tinteggiatura delle tue pareti, dal 1970
Segni particolari:  imbianchini 2.0

“Se possiamo utilizzare una metafora, ci definiamo una vecchia osteria che piano piano sta evolvendo in un Wine bar: stiamo attuando un connubio tra le mie competenze di web marketing per farci conoscere sul Web e l’esperienza artigiana quarantennale di mio padre per eseguire i nostri lavori di tinteggiatura e decorazione pareti”. Diego Mulfari, dopo una laurea specilistica in comunicazione ed editoria multimediale decide lavorare nell’azienda del padre convertendola in modo sempre più 2.0

Che cosa ti ha portato a rivalutare il mestiere di imbianchino in chiave 2.0?
Sicuramente la grave crisi economica che ha colpito anche la nostra categoria e la potenza del mezzo che permette di aprirsi su mercati prima irraggiungibili. Sostanzialmente abbiamo capito che sul web ogni giorno qualcuno cerca un imbianchino attraverso i motori di ricerca: il nostro compito ora è quello di farci trovare da chi già ha bisogno di noi.

Come gestite il connubio online offline?
La nostra attività online è gestita seguendo e ottimizzando costantemente il nostro piano di web marketing (sito web, blog aziendale, App e Social Media), allo scopo di generare nuovi potenziali clienti. La nostra attività off-line conta invece dell’esperienza quarantennale della nostra ditta nel mondo della tinteggiatura.

In che modo promuovete l'azienda tramite internet?
Per prima cosa utilizziamo il nostro blog aziendale (mulfarimbianchino.com) come una sorta di diario di bordo della nostra attività: raccontiamo ai nostri lettori e potenziali nuovi clienti i lavori da noi eseguiti, attraverso post corredati da fotografie. Utilizziamo poi i social media per ottenere referenze dai nostri clienti e renderci dunque affidabili agli occhi dei nuovi potenziali clienti. Abbiamo sviluppato anche un'applicazione scaricabile sui cellulari che abbiamo chiamato ironicamente I-Imbianchino con prezzi a mq dei nostri lavori e idee per decorare la propria casa!

Il web può essere la chiave di volta per uscire dalle difficoltà economiche?
Credo proprio di si. Sicuramente il Web è il canale in cui domanda e offerta si incontrano senza filtri: oggi anche microimprese come la nostra hanno a disposizione gli strumenti delle grandi multinazionali per affrontare le sfide del presente e del futuro. Le aziende che sapranno cogliere questa opportunità in modo virtuoso sicuramente avranno un grande alleato per combattere la crisi economica e rilanciarsi.

Quale è il consiglio che dai a chi intraprende la strada del lavoro sul web?
Studiare a fondo le tecniche di web marketing e applicarle con costanza alla propria attività commerciale. Il tutto condito da una grande passione e determinazione per il proprio progetto. Questa è l’unica ricetta che sento di dare. Poi i risultati arriveranno.

Quali riforme ti aspetteresti dalla politica per migliorare la condizione di chi lavora tramite la rete?
Sicuramente erodere il digital divide promuovendo l'obbligo per gli esercizi pubblici di rendere la connessione wi-fi disponibile e pubblica. Semplificare radicalmente la normativa sull'e-commerce e introdurre la modalità di lavoro in remoto per tutte le attività per cui è tecnicamente possibile, almeno per una parte del monte ore. Concordo anche su tutti gli altri punti proposti da wwworkers.it alla politica che ci governerà.


Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire